Come nascono i fanghi termali

by - ottobre 24, 2017


Immaginate una goccia d’acqua…no, non una qualsiasi. La sua storia inizia ben 30 anni fa sulle Prealpi dell’Altopiano di Asiago. Qui, insieme a miliardi e miliardi di altre gocce d’acqua, facendosi strada tra le rocce calcaree, è scesa fino a 3000 metri di profondità.

Per tre decenni ha percorso circa 80 km nel profondo sottosuolo di origine vulcanica arricchendosi, anno dopo anno, di gas e preziosi sali minerali per poi risalire in superficie e sgorgare alla temperatura di 80°C proprio tra i verdi Colli Euganei, culla di località termali come Abano e Montegrotto, situate a pochi chilometri da Padova, Venezia e Bologna.

Le acque che sgorgano in queste zone sono acque ipertermali salso-bromo-iodiche contenenti cloruro, bromuro e ioduro di sodio insieme ad altri preziosissimi minerali come magnesio, silice e calcio che, lavorando in sinergia, regalano proprietà antinfiammatorie, immunostimolanti, antireumatiche e rigeneranti.
Ultimo ritrovato della scienza? No, un miracolo della Natura. Un miracolo che si ripete ogni giorno da migliaia di anni.


Come nasce il fango termale

Tra boschi, vigneti e verdi vallate eccoci in uno scrigno di tesori racchiusi all’interno di un’area naturalistica protetta dal Parco Regionale dei Colli Euganei. La nostra goccia è ora pronta a trasformarsi in fango terapeutico biotermale unendosi all’argilla prelevata da un antico bacino idrico di origine vulcanica, dove l’acqua sgorga naturalmente alla temperatura di 45°C.

Si verrà così a creare, grazie a flussi controllati di acqua, temperatura e illuminazione, un biofilm di principi attivi sulla superficie del fango, costituito dai prodotti del metabolismo dei cianobatteri, microrganismi in grado di utilizzare l’azoto presente in grande quantità nell’acqua termale.
Il fango così ottenuto avrà così benefiche proprietà antinfiammatorie e antiossidanti. È la magia dell’acqua termale!

Cure termali e relax

Immaginate ora un luogo dove è possibile dedicarsi al relax e al proprio benessere grazie a questi magnifici doni della Terra. Tra calde piscine e getti d’acqua, nebulizzatori e idromassaggi ci si lascia coccolare da cascate termali, docce aromatiche, saune e bagni turchi. Non mancano sale relax, centri fitness e mani che sapientemente sapranno accompagnarvi nella vostra cura ideale tra massaggi, programmi terapeutici e trattamenti personalizzati. 
Terapie inalatoriefangoterapiaidrochinesiterapia, bagni rivitalizzanti e curativi; le patologie che traggono beneficio da questi trattamenti sono molteplici: problemi osteo-articolari, traumi sportivi, patologie respiratorie, ginecologiche e processi infiammatori di diversa natura.

L’acqua termale, al giorno d’oggi estratta tramite pozzi regolamentati che perforano la roccia e la prelevano direttamente dalle profondità, è una vera risorsa naturale che ha reso questo territorio la meta ideale per chi cerca un’oasi di benessere, una delle più importanti a livello europeo.

Le Terme Euganee

L’Italia è un paese ricchissimo di zone di origine vulcanica e rilievi montuosi che danno origine a fonti termali e fin dall’antichità gli uomini si avvicinarono e successivamente si insediarono in queste zone, attratti dai benefici che le acque regalavano. 
Oggi molti di questi luoghi sono mete turistiche con milioni di fruitori ogni anno e la zona delle Terme Euganee non fa eccezione, regalando anche splendidi paesaggi: tra borghi, castelli medioevali, chiese e monasteri è possibile degustare ottimi prodotti tipici come miele, olio d’oliva e frutti di bosco. Inoltre il terreno ricco di sali minerali permette la coltivazione di vigneti che danno origine a ben 13 varietà di vini bianchi e rossi DOC.

Qui non esiste un unico centro ma decine di strutture alberghiere che ospitano al loro interno piscine termali e Spa, per poter abbinare alle proprietà curative dell’acqua trattamenti di remise en forme e di bellezza.

Non resta quindi che scegliere il proprio centro preferito e provare tutta la magia che inizia con una sola, speciale, goccia d’acqua.

You May Also Like

0 commenti